Skip navigation

Vorrei essere migliore.

Vorrei poter capire ciò che serve un momento prima di dover rispondere a una persona che mi pone una domanda, non sono troppo bravo con le parole al volo. Spesso ciò che dico non l’ho pensato, e sono troppo lento per pensarlo al momento. Quando qualcosa che so di poter affermare mi viene alle labbra, lo dico, e mi sembra una di quelle frasi da libro, di quelle che nessuno direbbe mai, realmente, in una discussione. E non che siano fini disquisizioni e aforismi, molto spesso son cazzate, ma non son sicuro calzino a pennello al momento, non son sicuro siano pienamente e realmente comprensibili. Spesso, infatti, la risposta è un sopracciglio alzato, un “mmmh” che sale di nota, oppure, molto semplicemente, un niente assoluto. Ma forse è meglio così.

Il fatto è che son lento, e non vorrei esserlo, ma d’altra parte vorrei tanto poterlo rimanere. La sequenza è così:
– io son lento, e questo non va bene a questo mondo, in questa società, ora;
– vorrei essere veloce, per questo mondo, in questa società, ora, perché almeno potrei non disturbare, anzi agire nel giusto e cambiare qualcosa;
– ma poi penso che in fondo, andare a cambiare qualcosa lì in alto, può sì mettere in sesto il pavimento del sesto piano, ma se le fondamenta non le caga più nessuno, il palazzo crolla (s’è capito qualcosa?!) … intendo: se io so che la gente starebbe meglio se solo si calmasse un po’, rallentasse un po’ e pensasse un po’, non vedo perché io dovrei mettermi a correre per loro. E non lo dico per pigrizia (non lo dico SOLO per pigrizia), ma perché se mi mettessi a correre e cambiassi qualcosa correndo, potrei influire SOLAMENTE sui modi di vivere veloci, mentre i cambiamenti fondamentali stanno qui, nel buono e limbico mare placido della vita. Quello in cui ti culli a sapere e vedere che una farfalla vola, che un fiore sboccia e tante altre cazzatelle che tanti liquidano come noiose o gay (spiegherò, un dì, anche il mio orientamento sessuale e la mia piena comprensione per la libertà di essere … ups, l’ho appena fatto così semplicemente … eheh).

Insomma, vorrei essere capace di cambiare qualcosa, qui, nel mondo lento delle cose reali, delle cose di reale valore. Vorrei essere ciò che serve. Bisogna essere Gandhi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: