Skip navigation

“And I’ll walk the plank
and I’ll jump with a smile
if I’m gonna go down
I’m gonna do it with style
And you won’t see me surrender
you won’t hear me confess
‘cause you’ve left me with nothing
but I’ve worked with less …”

Ani Difranco – Dilate

In realtà la citazione voleva essere un’altra, ma visto che quest’album è da citare in toto, ho preferito mettere questa chiosa che sta bene uguale.

Quel che mi porta a scrivere ora è un lato strano degli incontri che si fanno, delle persone che si frequentano e del proprio modo di rapportarsi alle persone.

Ho sempre dato molto peso al “parere altrui” o a “cosa penserà/penseranno se io …”, tanto che ultimamente (non so da quando) mi viene naturale. Dev’essere uno di quegli automatismi che vengono a tutti, ci sono le persone brillanti che sanno rispondere a tono in ogni occasione, ci sono persone pratiche che sanno gestire le difficoltà con precisa sicurezza, ci sono persone tanto abituate a vendersi, che riescono a convincere chiunque della propria superiorità. Insomma, di nuovo un’abitudine che gestisce, governa e inclina le vite.

Non so se la mia sia timidezza, ma so che è sincerità. Non riesco a non essere sinceramente grato e onorato di quanto la gente mi dia. Sia anche solo una pacca sulla spalla di un ubriaco che non conosce nemmeno il mio nome.

Ieri sera ho di nuovo sentito male davanti alle orecchie, per il troppo sorridere imbarazzato davanti a gente contenta di essere lì, anche con me. Ieri sera ho di nuovo sentito di trattenere il mio istinto di abbracciare chiunque, anche se poi, in realtà, ho esagerato comunque.
Ieri sera ho di nuovo sentito di non inchinarmi mai abbastanza.

E non è per sciocco sentirsi inferiori, ma è per ponderato sentirsi in debito (anche inferiori, ma questo, ormai, è assodato e preso come sprone, non come flagello).

Insomma, in realtà ho citato quella canzone perché poco prima lei diceva: “when i need to wipe my face, i use the back of my hand, and i like to take up space, just because i can. And i use my dress to wipe up my drink, you know i care less and less what people think …” che è un modo zoticonissimo di dire ciò che vorrei saper dire prima di interagire in qualsiasi modo con qualsiasi persona. Perché è verissimo che non mi importi di ciò che la gente pensi di me, ma non per il motivo negativo che potrebbe sentirsi in quella medesima frase, ma è perché ciò che faccio, lo faccio sinceramente, ciò che dico, lo dico nel più piano modo possibile, ciò che cerco di costruire, lo faccio nel modo più altruista possibile, perché si ha troppo poco tempo per perderlo con crucci. E non voglio esser causa d’alcun cruccio. Mai.

Per questo motivo l’uno o il nessuno che sono nei centomila occhi di tutti, vorrei fosse come un respiro buono, un abbraccio e niente più, per non disturbare, ma per esser d’aiuto o conforto, quando possibile.

Annunci

3 Comments

  1. alla fine (sempre che io abbia capito quello che scrivi, non perché lo scrivi male, ma perché certe volte io tendo a cogliere delle intenzioni, nelle parole, che magari mi sono sognata) credo che agire senza preoccuparsi degli altri nel senso di essere onesti nel porsi come si è sia la cosa migliore quando si cercano rapporti genuini.
    A me non dispiace di non sapermi vendere, perché in effetti non voglio vendermi per niente
    E alla gratitudine non bisogna abituarsi mai, credo

    • savohead
    • Posted aprile 26, 2009 at 21:07
    • Permalink

    Grazie (anche delle intenzioni, che fanno parte della comunicazione). Penso fosse un po’ quelli i punti.
    Il fatto che abbia iniziato il discorso dicendo che mi importa molto e l’abbia finito dicendo che non m’importa … non mi pare fosse voluto, ma in fondo era proprio quello che volevo dire: mi importa così tanto, che finisce per non importarmi, visto che cerco di dare, più che avere, di essere più che pesare.

  2. allora avevo capito.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: