Skip navigation

Lavorando un poco lontano da casa; lavorando più ore chiusi in uno studio, senza l’accesso alla rete che si è abituati ad avere; affrontando gli umori e la stupidità di molte persone che, una volta preso in mano il volante, si trasformano in furibondi godzilla sicuri d’aver ragione anche quando si ritrovano in un’auto in fiamme sul ciglio di un’autostrada deserta; non avendo più le forze necessarie per resistere e sacrificare qualche ora di anelato sonno per leggere tutto quel flusso incessante di interessanti novità; si riscoprono piaceri e si soppesano nuovi crucci.

Mi spiace non poter essere al passo con ricorrenze (surripedia ha compiuto un anno (solo?! Pensavo di seguirla da molto più tempo e di aver azzardato qualche lemma assai tardivamente, rispetto al focolaio)) da festeggiare; mi spiace condividere in ritardo cose che avrei apprezzato subito e distribuito istantaneamente, quando ancora calde; mi spiace non poter commentare in tempo certi avvenimenti, così che la lista di parole altrui, mi porti a quel picco d’indignazione che precede uno sfogo, ma che si allunga abbastanza da far sbollire gli istinti e, anzi, tramutarli in una sana agnizione di inutilità.

Rimane che, nonostante si sentano pesanti le sfaccettature negative, io mi ritrovi con in mano un lenzuolo, mentre rassetto la camera, a pensare quanto confortante e splendido possa essere sentirsi parte di qualcosa. Ci sono persone che ho conosciuto per caso, che, senza la minima pretesa, senza uno di quei soliti filtri che ci sono nella comunicazione, mi ha accolto, mi ha aiutato e mi ha sorriso. Ci sono altre persone che, senza sapere chi io sia, senza sapere che quella parola l’abbia scritta io, arrivino ad apprezzarla.

Ed è un’esplosione di piacere che è impossibile trattenere, mi ritrovo a respirare corto, con il volto rosso e sorridente da farmi male, che ringrazio mentalmente chiunque mi abbracci virtualmente con il lambire di un occhio. Speciali e forti, sono questi legami inesistenti. E mi piacerebbe ve ne fossero di più, nella vita reale.

Che quell’attore che non mi ha visto e, anzi, mi ha girato le spalle nemmeno un anno fa, ora mi consideri da ascoltare solo perché lì, davanti a un microfono, sono io che lo dirigo; mi riempie ovviamente d’orgoglio, mi porta a chiedermi se davvero io meriti il suo orecchio, ma porta a galla una semplice domanda: perché non da subito?!

Io sono uno che sorride. Quando ti stringo la mano, è raro che anche il mio cuore non sia lì, sul mio volto. Chiunque tu sia, qualunque sia il tuo passato.
Io sono anche uno che è triste. Quando mi pongo le mie stupide domande, mi lascio andare a delusioni cariche ed evitabili.

Ma sono convinto che sorridere sia la migliore risposta, comunque. Perché è una di quelle splendide asce bipenne. Se chi ti vede splendere è un amico, ha bisogno di te, non ti conosce ma vorrebbe o chissà che altro, non potrà che sentirsi a casa, sapendoti lì. Se, invece, chi riceve il tuo sorriso è quello stronzo che ti ha tagliato la strada, è quel ladro che hai colto con le mani nella marmellata o, semplicemente, è quell’inetto che ti rimanda in testa la domanda: “se faccio una cazzata io, mi licenziano, com’è che questo è così coglione e sta ancora lì?!”; bene, per questa persona, il tuo sorriso sarà molto, infinitamente, incredibilmente più tagliente di una sfuriata, di un cazziatone, di uno sbotto d’ira o anche solo di un sottile cinismo.

Quindi sorrido e ringrazio chi mi ha accettato sin da subito per quello che sono. E, quando mi si ferisce, sorrido a chiunque, quando posso e riesco, per ribadirgli la sua pochezza in materia di vita.

Annunci

2 Comments

  1. ma che bello questo!
    Poi, uno che sorride*, come si può non desiderare di conoscerlo, onestamente? 🙂

    * che sorride così, intendo, con la faccia e anche col cuore

    • savohead
    • Posted maggio 19, 2009 at 17:21
    • Permalink

    ‘azie


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: